Login

Purtroppo abbiamo problemi tecnici. Il tuo modulo non è stato ricevuto correttamente. Ci scusiamo per l'inconveniete e ti chiediamo per favore di riprovare più tardi.

Download

Registrati

Purtroppo abbiamo problemi tecnici. Il tuo modulo non è stato ricevuto correttamente. Ci scusiamo per l'inconveniete e ti chiediamo per favore di riprovare più tardi.

Download

Grazie per aver effettuato la registrazione al sito Omron

Un messaggio e-mail per completare la creazione dell'account è stato inviato a

Torna al sito web

ottieni l'accesso diretto

Inserisci di seguito i tuoi dati e avrai accesso diretto ai contenuti di questa pagina

Text error notification

Text error notification

Checkbox error notification

Checkbox error notification

Purtroppo abbiamo problemi tecnici. Il tuo modulo non è stato ricevuto correttamente. Ci scusiamo per l'inconveniete e ti chiediamo per favore di riprovare più tardi.

Download

Grazie per aver mostrato interesse nei confronti della nostra azienda

Ora potrai accedere a Blog sull'automazione OMRON

Un messaggio e-mail di conferma è stato inviato a

Passa alla pagina

Effettua il oppure ottieni l'accesso diretto per scaricare questo documento

Blog sull'automazione

Sustainable Manufacturing
women-in-automation-factory bboard sol

Automazione industriale e robotica: un mondo ancora al maschile?

07 Febbraio 2024 Cosa significa essere una donna nell'automazione oggi? Tre donne di OMRON Europe parlano delle loro esperienze nel mondo dell'automazione industriale, delle sfide che affrontano, degli strumenti e del supporto che le hanno aiutate a crescere.Quando Wendy Tonks ha iniziato il suo cammino professionale come ingegnere nel Regno Unito poco più di 20 anni fa, uno dei primi punti fermi che ha dovuto stabilire è stato di non essere l'addetta al tè.
LEGGI LA NOTIZIA
Operational Excellence
fernando colas trends 2024 image bboard en peop

L’automazione nel 2024: OMRON condivide 6 previsioni per il nuovo anno

13 Dicembre 2023 Gli sconvolgimenti degli ultimi anni ci hanno portati in una nuova era caratterizzata da forti rischi di natura geopolitica ed economica. Ciò ha spinto le aziende produttrici a ripensare i propri modelli di business in un’ottica di resilienza e flessibilità, oltre che a rivedere le proprie supply chain e relazioni globali. Parallelamente, la pressione per integrare i principi ESG nei processi decisionali sta aumentando rapidamente. Allo stesso tempo, intelligenza artificiale, data science, digital twin e tecnologie di rilevamento, monitoraggio e visione si confermano sempre più come elementi essenziali per lo sviluppo di soluzioni di controllo e automazione in grado di aiutare il comparto manifatturiero ad affrontare questa nuova realtà. In particolare, secondo OMRON, saranno sei le principali tendenze che influenzeranno e plasmeranno l'automazione industriale nel 2024 e oltre.
LEGGI LA NOTIZIA
Industry 4.0
emobility b bboard misc

Il passaggio ai veicoli elettrici si fa semplice: le tre sfide principali da superare nell'industria automotive

23 Novembre 2023 Il passaggio ai veicoli elettrici rappresenta un percorso impegnativo per i produttori automobilistici. Aziende consolidate che da sempre producono veicoli con motori a combustione si stanno avventurando in un mondo completamente nuovo di piattaforme per veicoli. Esaminiamo le principali sfide che il settore della produzione di veicoli elettrici deve affrontare ed esploriamo le più recenti soluzioni innovative che si prospettano.
LEGGI LA NOTIZIA
Operational Excellence
automotive-line-robot-simulation-side bboard sol

Incontro di due mondi: convergenza fra IT e OT nell'automazione industriale

22 Settembre 2023 Un divario che deve essere colmato se si vuole trasformare la visione di oggi per le fabbriche del futuro nella realtà del domani. I produttori all'avanguardia stanno esplorando attentamente le opportunità offerte dalla trasformazione digitale per avvicinarsi ai propri ideali di produzione flessibile, efficiente e sostenibile. Tuttavia, a mano a mano che l'interesse per la digitalizzazione aumenta, diventa evidente che esista un enorme divario tra il mondo OT (Operational Technology) e quello IT (Information Technology). Un divario che deve essere colmato se si vuole trasformare la visione attuale delle fabbriche del futuro nella realtà di domani. Prima di esaminare il motivo per cui è necessaria una convergenza fra IT e OT, e capire come possiamo ottenerla, occorre tornare alle nozioni di base e chiarire alcuni malintesi a livello di terminologia.
LEGGI LA NOTIZIA
Flexible Manufacturing
people puzzle bboard en misc

Le quattro principali strategie per affrontare la carenza di manodopera con l'automazione

06 Settembre 2023 L'automazione è uno strumento per supportare la forza lavoro manuale e non per sostituirlaIn tutto il mondo, nel settore manifatturiero si rileva una carenza di manodopera sempre più preoccupante. Nonostante l'adozione di contromisure come gli incentivi finanziari e le specializzazioni per i lavoratori, sono necessarie soluzioni più innovative. Molti produttori scelgono di automatizzare le attività ripetitive, ma questo costituisce effettivamente un supporto per la forza lavoro attuale o un tentativo di sostituirla completamente?Nel 2023 Reuters ha rivelato una tendenza allarmante: il 53% delle aziende fatica a trovare il personale necessario. Questa carenza di manodopera, che si aggiunge all'aumento dei costi energetici e alla necessità di raggiungere gli obiettivi di emissioni zero, sta creando nuove sfide. Per riuscire a progredire garantendo una produzione sostenibile, le imprese devono adottare strategie innovative che consentano di colmare le carenze di manodopera e potenziare le capacità della forza lavoro attuale.Vediamo quindi quali sono le quattro strategie principali per gestire la carenza di manodopera e supportare la forza lavoro attraverso l'automazione:
LEGGI LA NOTIZIA
AI
i-bots teamkids bboard event

Potenziare la forza lavoro: l'approccio di OMRON allo sviluppo delle competenze nel settore manifatturiero europeo

06 Settembre 2023 Alla scoperta dell'impegno costante di OMRON nel coltivare le competenze che valorizzeranno la prossima generazione, mentre l'industria intraprende un viaggio di trasformazione per sbloccare il pieno potenziale della Quarta Rivoluzione Industriale (4IR) e che, allo stesso tempo, si muove con coraggio verso la Quinta Rivoluzione Industriale (5IR).Nelle aule del mondo accademico, nei consigli di amministrazione dei leader d'impresa più orientati al futuro e tra i politici più lungimiranti è in corso un fervente dibattito. Il tema è quello del passaggio dalla Quarta Rivoluzione Industriale, 4IR, o Industria 4.0, come viene chiamata, all'Industria 5.0, che cambierà il mondo in cui viviamo.Storicamente la rivoluzione industriale corrisponde alla prima era delle macchine, la seconda si caratterizza per l'introduzione dell'elettricità, la terza vede la diffusione dell'elettronica e la quarta si associa a Internet, come piattaforma. Ora stiamo entrando nella quinta era delle macchine, che mette in evidenza la collaborazione armoniosa uomo-macchina e il contributo dell'industria alla società. È questo il momento non solo di adattarsi, ma di guidare, di essere pionieri e di creare un futuro in cui l'innovazione non conosce limiti. Klaus Schwab, fondatore e presidente esecutivo del World Economic Forum, ha osservato che siamo sull'orlo di una rivoluzione tecnologica che cambierà radicalmente il nostro modo di vivere, lavorare e relazionarci. Nella sua scala, portata e complessità, la trasformazione sarà diversa da tutto quello che l'umanità abbia mai sperimentato prima. Il nostro mondo sta subendo una trasformazione. La produzione globale si sta evolvendo, guidata dall'automazione delle procedure industriali tradizionali attraverso la tecnologia intelligente, la comunicazione M2M e l'integrazione IoT. Questa sinergia alimenta un'automazione potenziata, una comunicazione perfetta e macchine intelligenti che analizzano e diagnosticano autonomamente le sfide.L'ascesa dell'intelligenza artificiale scatena dibattiti, alludendo a trasformazioni più profonde all'interno del nostro sistema sociale. Mentre attraversiamo questo scenario dinamico, ci prepariamo ad abbracciare l'innovazione e a rimodellare il nostro futuro. 
LEGGI LA NOTIZIA
AI
omron-founders-day-france-2023 b bboard event

Dai raggi X ai robot: OMRON festeggia 90 anni di innovazione

06 Giugno 2023 In occasione della Giornata del Fondatore, OMRON ha tracciato il ricordo dei suoi 90 anni di storia: in questi decenni, l'azienda si è spinta oltre i confini tecnologici e oggi confida in un futuro di innovazione dell'automazione basato su sostenibilità, digitalizzazione e collaborazione uomo-macchina.10 maggio: una data storica Il 10 maggio è probabilmente il giorno più importante del calendario OMRON. Ogni anno, in questo giorno, 30.000 dipendenti OMRON di tutto il mondo celebrano la vita e l'eredità del fondatore dell'azienda, Kazuma Tateishi. E lo fanno rinnovando il loro impegno verso la visione di Tateishi a favore dell'impiego della tecnologia per creare un mondo migliore, contribuendo al bene comune, spesso tramite la partecipazione a progetti di volontariato e beneficenza nelle proprie comunità. Traguardi nell'innovazione Il percorso di innovazione di OMRON è iniziato nel 1933 con lo sviluppo di un timer ad alta precisione per la fotografia a raggi X. Ciò ha segnato il primo contributo dell'azienda in risposta alle esigenze sociali. Nel 1960, OMRON ha presentato il primo interruttore di prossimità senza contatto al mondo, rivoluzionando le funzionalità avanzate di produzione di massa. Da allora, OMRON ha continuato a introdurre tecnologie all'avanguardia, tra cui il primo semaforo automatico, il sistema di stazioni ferroviarie senza equipaggio, il misuratore della pressione sanguigna indossabile, il controllore in logica fuzzy ultraveloce e le apparecchiature diagnostiche automatiche per cellule tumorali.
LEGGI LA NOTIZIA
Operational Excellence
buying leasing bboard comp

Acquisto o leasing? Come finanziare il tuo nuovo cobot

26 Aprile 2023 Uno spunto di riflessione per le PMI che devono finanziare progetti di automazioneLa carenza di competenze, la digitalizzazione, la sostenibilità e i piani di risparmio energetico stanno accelerando i progetti di automazione in molte aziende. In questi iter, una volta identificati i processi manuali che si prestano all'automazione, solitamente la domanda successiva riguarda il costo.In quest'ottica può avere senso considerare opzioni quali il leasing o il robot-as-a-service. Un esempio di strumenti che offrono alle piccole e medie imprese (PMI) una panoramica migliore degli aspetti finanziari dell'automazione è il calcolatore del ROI di OMRON. Chiunque stia prendendo in considerazione l'acquisto di un cobot o AMR può utilizzare questo strumento per scoprire il ritorno sull'investimento.
LEGGI LA NOTIZIA
AI
ai manufacturing conveyor belt bboard sol

L'intelligenza artificiale (IA) nei sistemi robotici è in grado di gestire le parti relative alla sicurezza funzionale?

13 Aprile 2023 Autori: Josep Plassa, Safety Product Marketing Manager presso OMRON Europe e Atsushi Oshiro, Manager presso il Centro di sviluppo OMRONRobot e sistemi IA sono diventati parte integrante dei siti di produzione industriale. Per garantire la sicurezza degli operatori durante l'uso dei robot, è necessaria una valutazione dei rischi dettagliata. Tale valutazione viene eseguita dal punto di vista della sicurezza funzionale, che esamina i cinque elementi principali utilizzati dai robot per determinare le azioni di controllo autonomo: riconoscimento ambientale, pianificazione delle azioni, generazione della traiettoria, motion control e misurazione.
LEGGI LA NOTIZIA
Sustainable Manufacturing
electric vehicle inspection bboard en sol

Perché i sistemi di ispezione automatizzati sono fondamentali per la produzione di veicoli elettrici

23 Marzo 2023 La preoccupazione per la sicurezza prevale di gran lunga su tutte le altre motivazioni di apprensione nel settore automobilistico e la produzione di veicoli elettrici non fa eccezione. Tuttavia, la sicurezza può anche implicare complessità che nei veicoli moderni, in particolare elettrici, è tale da spingere i produttori a non affidarsi più ai tradizionali metodi di ispezione basati su campioni o verifiche.
LEGGI LA NOTIZIA
Operational Excellence
tm cobot human machine 1 bboard prod

Come accelerare l'integrazione dei cobot

08 Febbraio 2023 Una buona pianificazione e solide partnership aiutano le PMI a superare gli ostacoli nell'automazione.I robot collaborativi, noti anche come cobot, godono di grande popolarità perché consentono di automatizzare attività che normalmente richiederebbero molto tempo e risorse. Attualmente si stima che il mercato globale dei robot collaborativi ammonti a circa 1,2 miliardi di dollari, con un volume di vendite che nel 2021 ha raggiunto un totale di 32.300 unità. Soprattutto ora che le aziende faticano sempre di più a trovare e mantenere dipendenti idonei, tali tecnologie sono diventate estremamente preziose in molti contesti, portando alcuni a chiedersi se i cobot siano effettivamente così costosi e in quanto tempo si possa ripagare un investimento di questo tipo.OMRON, leader dell'automazione, desidera mitigare tali preoccupazioni, in particolare per le piccole e medie imprese: soluzioni robotiche intelligenti e integrate, nonché cobot e robot mobili sono fattibili e convenienti. Per coloro che desiderano stimare il ritorno sugli investimenti, il calcolatore del ROI di OMRON offre una panoramica rapida e semplice.I cobot e i robot mobili autonomi (AMR) sono adatti sia per le PMI che per le aziende su larga scala. Eseguono attività quali trasporto, pallettizzazione, carico e scarico di macchine, assemblaggio, verniciatura o saldatura. Possono essere riattrezzati in modo rapido e flessibile e programmati anche da utenti non esperti. Il rifornimento di materiale può essere semplificato con gli AMR, mentre i cobot possono essere dedicati al carico di macchine e di processi. Tuttavia, per eseguire con successo questi progetti e accelerare l'integrazione dei robot, sono necessari know-how e partner che abbiano familiarità in questo campo. E soprattutto, i dipendenti devono essere informati e coinvolti fin dall'inizio del progetto, affinché possano prendere parte al cambiamento.Ecco alcuni suggerimenti da tenere a mente durante l'integrazione dei cobot:
LEGGI LA NOTIZIA
Operational Excellence
robot whispering secret bboard comp

Intelligenza artificiale: macchine sempre più smart

08 Febbraio 2023 Dieci anni fa ero molto orgoglioso di quanto fossero smart le macchine della nostra azienda. Ora, a fronte della definizione odierna di "smart", mi rendo conto che in realtà erano piuttosto stupide.Perché? Perché anche se stavano svolgendo la funzione per cui erano state progettate, nel momento in cui incontravano un imprevisto o un evento fuori dall'ordinario si paralizzavano. Ed erano costrette a chiedere all'operatore "qual è il mio problema?".La risoluzione dei problemi e il ripristino del funzionamento delle macchine richiedeva l'intervento di persone intelligenti. Operatori altamente qualificati. Ingegneri software e hardware esperti. Il problema è che negli ultimi dieci anni questi professionisti sono diventati sempre più introvabili. Il numero di nuovi talenti in entrata nel settore non è sufficiente a compensare il numero di lavoratori in età pensionabile. Quando lasciano l'azienda, i pensionati portano con sé la propria conoscenza duramente maturata sul campo, risultato di anni di esperienza. Per ogni lavoratore in uscita, le aziende devono fare i conti con la prospettiva di una forza lavoro meno produttiva e meno qualificata. 
LEGGI LA NOTIZIA
Operational Excellence
fernando colas trends 2024 image bboard en peop

L’automazione nel 2024: OMRON condivide 6 previsioni per il nuovo anno

13 Dicembre 2023 Gli sconvolgimenti degli ultimi anni ci hanno portati in una nuova era caratterizzata da forti rischi di natura geopolitica ed economica. Ciò ha spinto le aziende produttrici a ripensare i propri modelli di business in un’ottica di resilienza e flessibilità, oltre che a rivedere le proprie supply chain e relazioni globali. Parallelamente, la pressione per integrare i principi ESG nei processi decisionali sta aumentando rapidamente. Allo stesso tempo, intelligenza artificiale, data science, digital twin e tecnologie di rilevamento, monitoraggio e visione si confermano sempre più come elementi essenziali per lo sviluppo di soluzioni di controllo e automazione in grado di aiutare il comparto manifatturiero ad affrontare questa nuova realtà. In particolare, secondo OMRON, saranno sei le principali tendenze che influenzeranno e plasmeranno l'automazione industriale nel 2024 e oltre.
LEGGI LA NOTIZIA
AI
i-bots teamkids bboard event

Potenziare la forza lavoro: l'approccio di OMRON allo sviluppo delle competenze nel settore manifatturiero europeo

06 Settembre 2023 Alla scoperta dell'impegno costante di OMRON nel coltivare le competenze che valorizzeranno la prossima generazione, mentre l'industria intraprende un viaggio di trasformazione per sbloccare il pieno potenziale della Quarta Rivoluzione Industriale (4IR) e che, allo stesso tempo, si muove con coraggio verso la Quinta Rivoluzione Industriale (5IR).Nelle aule del mondo accademico, nei consigli di amministrazione dei leader d'impresa più orientati al futuro e tra i politici più lungimiranti è in corso un fervente dibattito. Il tema è quello del passaggio dalla Quarta Rivoluzione Industriale, 4IR, o Industria 4.0, come viene chiamata, all'Industria 5.0, che cambierà il mondo in cui viviamo.Storicamente la rivoluzione industriale corrisponde alla prima era delle macchine, la seconda si caratterizza per l'introduzione dell'elettricità, la terza vede la diffusione dell'elettronica e la quarta si associa a Internet, come piattaforma. Ora stiamo entrando nella quinta era delle macchine, che mette in evidenza la collaborazione armoniosa uomo-macchina e il contributo dell'industria alla società. È questo il momento non solo di adattarsi, ma di guidare, di essere pionieri e di creare un futuro in cui l'innovazione non conosce limiti. Klaus Schwab, fondatore e presidente esecutivo del World Economic Forum, ha osservato che siamo sull'orlo di una rivoluzione tecnologica che cambierà radicalmente il nostro modo di vivere, lavorare e relazionarci. Nella sua scala, portata e complessità, la trasformazione sarà diversa da tutto quello che l'umanità abbia mai sperimentato prima. Il nostro mondo sta subendo una trasformazione. La produzione globale si sta evolvendo, guidata dall'automazione delle procedure industriali tradizionali attraverso la tecnologia intelligente, la comunicazione M2M e l'integrazione IoT. Questa sinergia alimenta un'automazione potenziata, una comunicazione perfetta e macchine intelligenti che analizzano e diagnosticano autonomamente le sfide.L'ascesa dell'intelligenza artificiale scatena dibattiti, alludendo a trasformazioni più profonde all'interno del nostro sistema sociale. Mentre attraversiamo questo scenario dinamico, ci prepariamo ad abbracciare l'innovazione e a rimodellare il nostro futuro. 
LEGGI LA NOTIZIA
AI
omron-founders-day-france-2023 b bboard event

Dai raggi X ai robot: OMRON festeggia 90 anni di innovazione

06 Giugno 2023 In occasione della Giornata del Fondatore, OMRON ha tracciato il ricordo dei suoi 90 anni di storia: in questi decenni, l'azienda si è spinta oltre i confini tecnologici e oggi confida in un futuro di innovazione dell'automazione basato su sostenibilità, digitalizzazione e collaborazione uomo-macchina.10 maggio: una data storica Il 10 maggio è probabilmente il giorno più importante del calendario OMRON. Ogni anno, in questo giorno, 30.000 dipendenti OMRON di tutto il mondo celebrano la vita e l'eredità del fondatore dell'azienda, Kazuma Tateishi. E lo fanno rinnovando il loro impegno verso la visione di Tateishi a favore dell'impiego della tecnologia per creare un mondo migliore, contribuendo al bene comune, spesso tramite la partecipazione a progetti di volontariato e beneficenza nelle proprie comunità. Traguardi nell'innovazione Il percorso di innovazione di OMRON è iniziato nel 1933 con lo sviluppo di un timer ad alta precisione per la fotografia a raggi X. Ciò ha segnato il primo contributo dell'azienda in risposta alle esigenze sociali. Nel 1960, OMRON ha presentato il primo interruttore di prossimità senza contatto al mondo, rivoluzionando le funzionalità avanzate di produzione di massa. Da allora, OMRON ha continuato a introdurre tecnologie all'avanguardia, tra cui il primo semaforo automatico, il sistema di stazioni ferroviarie senza equipaggio, il misuratore della pressione sanguigna indossabile, il controllore in logica fuzzy ultraveloce e le apparecchiature diagnostiche automatiche per cellule tumorali.
LEGGI LA NOTIZIA
AI
ai manufacturing conveyor belt bboard sol

L'intelligenza artificiale (IA) nei sistemi robotici è in grado di gestire le parti relative alla sicurezza funzionale?

13 Aprile 2023 Autori: Josep Plassa, Safety Product Marketing Manager presso OMRON Europe e Atsushi Oshiro, Manager presso il Centro di sviluppo OMRONRobot e sistemi IA sono diventati parte integrante dei siti di produzione industriale. Per garantire la sicurezza degli operatori durante l'uso dei robot, è necessaria una valutazione dei rischi dettagliata. Tale valutazione viene eseguita dal punto di vista della sicurezza funzionale, che esamina i cinque elementi principali utilizzati dai robot per determinare le azioni di controllo autonomo: riconoscimento ambientale, pianificazione delle azioni, generazione della traiettoria, motion control e misurazione.
LEGGI LA NOTIZIA
Operational Excellence
robot whispering secret bboard comp

Intelligenza artificiale: macchine sempre più smart

08 Febbraio 2023 Dieci anni fa ero molto orgoglioso di quanto fossero smart le macchine della nostra azienda. Ora, a fronte della definizione odierna di "smart", mi rendo conto che in realtà erano piuttosto stupide.Perché? Perché anche se stavano svolgendo la funzione per cui erano state progettate, nel momento in cui incontravano un imprevisto o un evento fuori dall'ordinario si paralizzavano. Ed erano costrette a chiedere all'operatore "qual è il mio problema?".La risoluzione dei problemi e il ripristino del funzionamento delle macchine richiedeva l'intervento di persone intelligenti. Operatori altamente qualificati. Ingegneri software e hardware esperti. Il problema è che negli ultimi dieci anni questi professionisti sono diventati sempre più introvabili. Il numero di nuovi talenti in entrata nel settore non è sufficiente a compensare il numero di lavoratori in età pensionabile. Quando lasciano l'azienda, i pensionati portano con sé la propria conoscenza duramente maturata sul campo, risultato di anni di esperienza. Per ogni lavoratore in uscita, le aziende devono fare i conti con la prospettiva di una forza lavoro meno produttiva e meno qualificata. 
LEGGI LA NOTIZIA
Sustainable Manufacturing
circular economy concept b bboard sol

La strada verso emissioni nette zero: strategie e tattiche

01 Febbraio 2023 La chiave per delineare un futuro a emissioni nette zero nella produzione sta trasformando la catena del valore - e passa attraverso l'automazione.Nel giugno 2022, New Scientist ha rilevato che un terzo delle principali aziende del mondo aveva obiettivi di emissioni nette zero, un aumento notevole rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.Sebbene questa tendenza sia senz'altro positiva, l'articolo riporta però che le modalità con cui le aziende pianificano di raggiungere le emissioni nette zero restano ancora lacunose.Il che non è esattamente una sorpresa. La creazione e l'implementazione di una strategia di emissioni nette zero è un'impresa titanica per qualsiasi azienda, in particolare con l'80% delle emissioni di gas serra appartenenti all'ambito 3, ossia le emissioni che si verificano a monte o a valle della catena del valore. Si tratta di una sfida particolare per le aziende FMCG, le cui catene di fornitura e la progressiva logistica sono lunghe e complesse.La maggior parte di queste aziende sa cosa occorre fare: decarbonizzare e promuovere la circolarità della catena del valore. Inoltre, tali aziende hanno una strategia per farlo, che in genere include: utilizzo ottimizzato di risorse ed energia, sostituzione di prodotti e processi a elevate emissioni ed eliminazione degli sprechi.Ma tradurre l'intenzione in azione è la sfida principale, ed è qui che l'automazione svolge un ruolo fondamentale.La raccolta e l'analisi dei dati sono essenziali per la transizione alle emissioni nette zero: altrimenti, in quale altro modo le aziende potrebbero sapere qual è il punto di partenza, dove devono migliorare, se sono effettivamente migliorate e di quanto? Dati affidabili sono la base per trasformare un impegno in un reale cambiamento e per comunicare in modo convincente e sicuro con gli stakeholder, rispettando gli obiettivi legati al clima.
LEGGI LA NOTIZIA
AI
factory mobile robot delivery bboard sol

Superare la crisi dell'energia e del carburante con l'automazione

07 Dicembre 2022 Per contrastare l'aumento dei prezzi e raggiungere gli obiettivi ambientali, le imprese industriali dovrebbero valutare come le tecnologie di automazione provenienti da un unico fornitore possano contribuire alla loro strategia di sostenibilità.I prezzi elevati di energia e carburante stanno mettendo a dura prova sia le famiglie, sia l'industria. Non solo la situazione influisce negativamente sui piani finanziari e sui portafogli, ma i prezzi eccessivi costringono alcune aziende a cessare la produzione. Secondo Make UK, il 42% dei produttori intervistati ha dichiarato che le bollette dell'elettricità sono aumentate del 100% negli ultimi 12 mesi e il 32% ha dichiarato che i prezzi del gas sono aumentati di oltre il 100% nell’ultimo anno. Un preoccupante 12% dei produttori ha già tagliato i posti di lavoro come conseguenza diretta dell'aumento delle bollette energetiche.La guerra in Ucraina, la pandemia di Covid-19 e i prezzi del gas sono solo alcune delle cause della crisi, che colpisce tutti i settori e ha un impatto su tutto, dai prezzi dell'energia alle catene di fornitura. Cosa dovrebbero prendere in considerazione ora le aziende manifatturiere? Strategie di automazione complete sono essenziali per una maggiore flessibilità ed efficienza energetica, come ad esempio robotica innovativa abbinata a sensori e tecnologie di visione, nonché all'intelligenza artificiale (Edge AI). Inoltre, i dati in tempo reale provenienti dagli impianti di produzione possono aiutare a rilevare le anomalie e a migliorare l'efficienza totale di un impianto (OEE, Overall Equipment Effectiveness).
LEGGI LA NOTIZIA
AI
automotive bboard sol

Che direzione prenderà il futuro, l'intralogistica? Consigli per una maggiore efficienza

15 Novembre 2022 A volte ci concentriamo così tanto sul quadro generale che dimentichiamo aspetti meno vistosi eppure molto importanti che caratterizzano la produzione intelligente. Un esempio è l'intralogistica, ossia i flussi di materiali e merci che si svolgono presso le sedi di un'azienda o in un locale di produzione. Secondo quanto emerge da un recente studio , oltre l'80% delle aziende intervistate ritiene che un maggiore utilizzo dell'intelligenza artificiale e dell'automazione nell'intralogistica sia necessario per affrontare sfide come la carenza di lavoratori qualificati o i piani di crescita.Le aziende del settore automotive che desiderano soddisfare i requisiti del mercato e dei clienti, aumentare l'efficienza e diventare più sostenibili devono sviluppare nuove idee, e i costi energetici, la crisi del gas e l'aumento dell'inflazione rendono l'impresa ancora più ardua. I concetti di Smart Factory che combinano automazione innovativa, digitalizzazione e approcci intelligenti all'intralogistica possono fornire un prezioso supporto. In questo contesto, alcuni parlano di "Industry 4.0", altri di "fabbrica del futuro", altri ancora di Industrial Internet of Things (IIoT). Tuttavia, indipendentemente dal termine utilizzato, la cosa più importante è darsi subito da fare e cercare partner affidabili. L'intralogistica è un buon punto di partenza per dare avvio al cambiamento in poco tempo. Tale urgenza è legata al fatto che numerose aziende sono al momento fortemente limitate a causa della carenza di lavoratori qualificati. Le tecnologie moderne, come i robot mobili, offrono una valida soluzione.
LEGGI LA NOTIZIA
AI
adaptive inspection bottles bboard sol

In che modo l'ispezione IA adattiva può contribuire alla produzione flessibile?

04 Ottobre 2022 destinati ai magazzini, i produttori devono creare articoli personalizzati destinati ai consumatori stessi. Questo scenario sta rivoluzionando la produzione e spingendo le aziende a rivedere i loro processi. Allo stesso tempo, è diventato indispensabile eliminare del tutto reclami e, quindi, difetti.L'occhio allenato di un ispettore esperto è in grado di individuare rapidamente gli errori, ma un'attività di routine come questa è faticosa e non può essere eseguita ad ogni fase della produzione, soprattutto a causa delle attuali carenze di manodopera che investono diversi settori. Ma questa attività potrebbe essere automatizzata anche nella produzione a volumi ridotti e altamente diversificati? Un sistema di visione intelligente o un "occhio elettronico" potrebbe replicare l'immagine dell'occhio umano, con il vantaggio aggiuntivo della ripetibilità e della resistenza? L'ispezione adattiva più recente con IA può superare le sfide dell'ispezione automatizzata della qualità, con livelli più elevati di flessibilità, produttività e adattabilità.
LEGGI LA NOTIZIA
AI
ai article bboard sol

Intelligenza artificiale: speranza, hype e FOMO

22 Settembre 2022 Dieci anni fa, quando ricevevamo richieste di informazioni su progetti basati sull'intelligenza artificiale, erano principalmente spinte dall'hype o dal FOMO. Quando chiedevo perché fossero interessati all'intelligenza artificiale, la risposta spesso era "perché il mio capo me l'ha chiesto", "perché possediamo molti dati" o "perché sembra un argomento interessante". Nessuno di questi era un motivo particolarmente valido e certamente non giustificava il forte investimento che le applicazioni AI avrebbero richiesto in quel momento.La situazione sta cambiando e, anziché l'hype o il "FOMO", è la speranza il fattore trainante. I clienti non chiedono più se possiamo aiutarli con l'intelligenza artificiale. Bensì se possiamo aiutarli con la manutenzione predittiva, il controllo della qualità o l'ottimizzazione dei processi. Si presentano con un problema che sperano possiamo risolvere. L'adozione dell'intelligenza artificiale non è più un obiettivo in sé. Al contrario, l'intelligenza artificiale è diventata un "fattore abilitante".Indipendentemente dal settore, che sia alimentare, farmaceutico, elettronico o automotive, l'obiettivo finale è lo stesso: produrre prodotti di alta qualità, privi di difetti a un costo inferiore, utilizzando meno energia e meno manodopera. L'intelligenza artificiale può essere una di una serie di soluzioni per raggiungere tali obiettivi.
LEGGI LA NOTIZIA
Sustainable Manufacturing
europe battery industry 1 background bboard misc

Diamo slancio all'industria automobilistica europea

29 Gennaio 2021 Oltre alle sfide economiche legate alla pandemia COVID-19, il settore automobilistico europeo sta affrontando una forte concorrenza proveniente dall'Asia. Per tali motivi è necessario sviluppare strategie e tecnologie all'avanguardia che guardano al futuro per incrementare sia l'efficienza che la sostenibilità. Tony Seba della Stanford University ritiene che entro il 2025 non saranno più immatricolati veicoli con motori esclusivamente endotermici, ma che ci sarà un passaggio verso mobilità elettrica o ad idrogeno mediante celle a combustione (fuel cells). Nel frattempo, il settore sta affrontando un drastico calo delle vendite, normative sempre più rigide sulle emissioni, nuove tecnologie, digitalizzazione ed esigenze dei consumatori in continuo cambiamento. Le aziende devono rispondere convertendo le linee di produzione, diventando più agili e introducendo innovazione in grado di offrire un vantaggio competitivo.
LEGGI LA NOTIZIA
Operational Excellence
fernando colas trends 2024 image bboard en peop

L’automazione nel 2024: OMRON condivide 6 previsioni per il nuovo anno

13 Dicembre 2023 Gli sconvolgimenti degli ultimi anni ci hanno portati in una nuova era caratterizzata da forti rischi di natura geopolitica ed economica. Ciò ha spinto le aziende produttrici a ripensare i propri modelli di business in un’ottica di resilienza e flessibilità, oltre che a rivedere le proprie supply chain e relazioni globali. Parallelamente, la pressione per integrare i principi ESG nei processi decisionali sta aumentando rapidamente. Allo stesso tempo, intelligenza artificiale, data science, digital twin e tecnologie di rilevamento, monitoraggio e visione si confermano sempre più come elementi essenziali per lo sviluppo di soluzioni di controllo e automazione in grado di aiutare il comparto manifatturiero ad affrontare questa nuova realtà. In particolare, secondo OMRON, saranno sei le principali tendenze che influenzeranno e plasmeranno l'automazione industriale nel 2024 e oltre.
LEGGI LA NOTIZIA
Flexible Manufacturing
people puzzle bboard en misc

Le quattro principali strategie per affrontare la carenza di manodopera con l'automazione

06 Settembre 2023 L'automazione è uno strumento per supportare la forza lavoro manuale e non per sostituirlaIn tutto il mondo, nel settore manifatturiero si rileva una carenza di manodopera sempre più preoccupante. Nonostante l'adozione di contromisure come gli incentivi finanziari e le specializzazioni per i lavoratori, sono necessarie soluzioni più innovative. Molti produttori scelgono di automatizzare le attività ripetitive, ma questo costituisce effettivamente un supporto per la forza lavoro attuale o un tentativo di sostituirla completamente?Nel 2023 Reuters ha rivelato una tendenza allarmante: il 53% delle aziende fatica a trovare il personale necessario. Questa carenza di manodopera, che si aggiunge all'aumento dei costi energetici e alla necessità di raggiungere gli obiettivi di emissioni zero, sta creando nuove sfide. Per riuscire a progredire garantendo una produzione sostenibile, le imprese devono adottare strategie innovative che consentano di colmare le carenze di manodopera e potenziare le capacità della forza lavoro attuale.Vediamo quindi quali sono le quattro strategie principali per gestire la carenza di manodopera e supportare la forza lavoro attraverso l'automazione:
LEGGI LA NOTIZIA
Flexible Manufacturing
vr data science & cell line control collaboration bboard new en sol

L'automazione nel 2023: le 5 previsioni principali di OMRON Europe

01 Febbraio 2023 Alle porte di un nuovo anno, con tutte le opportunità che ne deriveranno, desidero evidenziare alcune delle principali tendenze che influenzeranno l'automazione industriale nel 2023 e oltre. Le industrie manifatturiere continueranno ad affrontare molte sfide e superarle richiederà maggiori resilienza e flessibilità nei modelli di business. Allo stesso tempo, le aziende devono adottare le tecnologie emergenti (rilevamento, robotica, 5G e intelligenza artificiale) in grado di risolvere i problemi legati alle sfide sociali.
LEGGI LA NOTIZIA
Industry 4.0
iab prioduct portfolio bboard sol

Riders of the storm: affrontare l'incertezza economica trasformando le sfide sociali in opportunità tecnologiche

06 Dicembre 2022 Una delle domande che mi vengono spesso poste è quale sia la nostra strategia, in qualità di azienda di automazione industriale, per mantenere una crescita stabile in un'economia globale volatile e sempre più imprevedibile. La mia risposta, come potete immaginare, non si riduce a una frase, sebbene sia radicata in un unico concetto: SINIC. SINIC è l'acronimo di "Seed-Innovation to Need-Impetus Cyclic Evolution" ed è una teoria sviluppata dal fondatore di OMRON, il Dott. Kazuma Tateisi, nel 1970. Secondo questa filosofia, la scienza, la tecnologia e la società condividono un rapporto ciclico, e si influenzano reciprocamente. Le scoperte scientifiche aiutano la società a progredire e le esigenze sociali stimolano lo sviluppo tecnologico. OMRON Europe ha sempre seguito questa filosofia e nel corso dell'ultimo decennio ha gettato le basi per la creazione di soluzioni a valore aggiunto per le sfide sociali ed economiche attuali.
LEGGI LA NOTIZIA
Flexible Manufacturing
topcustom cobot a bboard sol

Quattro suggerimenti di automazione per le PMI

25 Novembre 2022 I leader aziendali di tutto il mondo devono affrontare una sfida dopo l'altra: oltre all'impennata dei costi causata dalla crisi energetica, vi sono problemi nella supply chain, carenza di lavoratori qualificati, requisiti di sostenibilità e problemi di digitalizzazione in continuo aumento. In particolare, le piccole e medie imprese (PMI) devono trovare rapidamente il modo per affrontare questi ostacoli. L'automazione offre una soluzione tramite la robotica, ad esempio cobot e AMR (robot mobili autonomi), nonché sensori, visori e intelligenza artificiale. Sebbene le aziende siano ben consapevoli dei vantaggi di tali tecnologie, alcuni studi dimostrano anche che molte di esse rimangono scettiche rispetto al loro utilizzo effettivo.In particolare, le aziende senza esperienza nel settore temono che l'uso dei robot possa portare con sé costi elevati. A questo scopo, in caso di dubbi sull'effettiva utilità dell'acquisto di un robot collaborativo o mobile per l'azienda, il nuovo calcolatore dei ROI di OMRON è in grado di fornire una rapida panoramica del ritorno sull'investimento e mostrare quando un investimento nella robotica coprirà i costi sostenuti.
LEGGI LA NOTIZIA
Sustainable Manufacturing
dassault vaf fuel cell stacking c bboard en sol

Digitalizzazione nel settore automotive: sette suggerimenti per una produzione intelligente

02 Novembre 2022 Per aumentare la produttività e gestire al meglio le crisi, occorre essere smart dal punto di vista digitale, e questo vale anche per l'importante settore automotive. Non esiste altro modo se non quello di utilizzare gli strumenti digitali per soddisfare le esigenze dei clienti o gli obiettivi di produttività. L'intelligenza artificiale (IA) e la sostenibilità sono fattori e tematiche chiave, come dimostrato da uno studio condotto da Capgemini. Gli esperti di Gartner sottolineano l'importanza degli approcci di collaborazione open-source, degli ecosistemi olistici e delle partnership tecnologiche. Ma cosa dovremmo cercare nella digitalizzazione e nell'intralogistica nella produzione del futuro? Vogliamo suddividere la risposta a questa domanda in due parti, partendo da alcuni suggerimenti sulla digitalizzazione nella fabbrica intelligente. In qualità di esperto di automazione, OMRON supporta da molti anni i produttori e i fornitori per una digitalizzazione più sofisticata.
LEGGI LA NOTIZIA
Flexible Manufacturing
flexible manufacturing roadshow barcelona bboard event

Flexible Manufacturing Roadshow: la fabbrica del futuro in giro per l'Europa

16 Giugno 2022 E se fosse possibile vedere, sentire e toccare la fabbrica del futuro? Cosa serve per ottenere una produzione flessibile, efficiente e sostenibile? Questa è l'idea di partenza dell'esclusivo Flexible Manufacturing Roadshow di OMRON che si terrà quest'anno in tutta Europa. Il roadshow prevede dimostrazioni esclusive di soluzioni collaborative uomo-macchina che non si possono osservare solitamente al di fuori di una fabbrica a causa delle loro dimensioni e della loro portata. 
LEGGI LA NOTIZIA
Flexible Manufacturing
automotive bboard sol

Tracciabilità nel settore automobilistico oggi: cosa dovrebbero prendere in considerazione decision maker ed esperti

23 Maggio 2022 Dalla mobilità elettrica alla guida autonoma, dalla carenza di competenze alla digitalizzazione: il settore automobilistico sta attraversando una profonda trasformazione, segnata, ad esempio, da un passaggio alle piattaforme globalizzate e alle architetture standardizzate dei veicoli. Da un lato, la produzione sta diventando sempre più efficiente, dall'altro, anche solo un componente difettoso può generare effetti negativi di vasta portata. Di fronte a costosi richiami, i produttori di autoveicoli devono far fronte a requisiti sempre più complessi e a specifiche sempre più severe. Vale la pena fare uno sforzo di tracciabilità che significa etichettare fino a 20.000 parti per veicolo? Sì, ma sono necessarie potenti tecnologie di lettura e verifica, insieme a un potente software, per gestire adeguatamente tutti i dati.Ci sono diversi motivi per cui i produttori devono tenere registri accurati delle parti e dei componenti che compongono una nuova vettura. Dal punto di vista della qualità, ad esempio, il tracciamento dei codici a barre aiuta a garantire che vengano assemblate insieme le parti giuste. Ancora più importante, tuttavia, è la capacità di risalire fino al fornitore originale per ciascuna parte. In caso di richiamo o di identificazione di un componente difettoso, i produttori devono essere in grado di individuare in modo rapido e completo la provenienza di ciascun componente. A tale scopo, servono numero di lotto, data di produzione e altre informazioni importanti per identificare quali veicoli presentano un componente difettoso. Le raccomandazioni e gli standard AIAG, VDA, ANSI e ISO specificano questi dettagli. Con l'espansione globale del settore automobilistico, la produzione mondiale di veicoli leggeri dovrebbe raggiungere circa 96 milioni di unità entro il 2023. Ciò significa che anche una singola parte difettosa può avere un impatto enorme e pertanto si tratta di una circostanza che deve essere evitata a tutti i costi.
LEGGI LA NOTIZIA
Flexible Manufacturing
realistic pick and place bboard sol

Cinque sfide nei processi di imballaggio e pallettizzazione nella produzione con volumi ridotti e altamente diversificati (HMLV, High-Mix, Low-Volume)

21 Dicembre 2021 Il nuovo prodotto è appena uscito dalla fabbrica, in un imballaggio pronto all'uso nella proporzione mista specificata per soddisfare le esigenze dei clienti. L'imballaggio è stato in realtà gestito da un'altra azienda: un co-packer. Il co-packing (imballaggio collaborativo) si trova in tutti i mercati dei prodotti di largo consumo (FMCG), ma soprattutto nei segmenti di prodotti più costosi, come quelli per la cura della persona o i dolciumi, per citare solo alcuni esempi. Si tratta di un'attività in rapida crescita che consente di soddisfare la domanda di maggiore varietà da parte dei consumatori.
LEGGI LA NOTIZIA
Operational Excellence
fernando colas trends 2024 image bboard en peop

L’automazione nel 2024: OMRON condivide 6 previsioni per il nuovo anno

13 Dicembre 2023 Gli sconvolgimenti degli ultimi anni ci hanno portati in una nuova era caratterizzata da forti rischi di natura geopolitica ed economica. Ciò ha spinto le aziende produttrici a ripensare i propri modelli di business in un’ottica di resilienza e flessibilità, oltre che a rivedere le proprie supply chain e relazioni globali. Parallelamente, la pressione per integrare i principi ESG nei processi decisionali sta aumentando rapidamente. Allo stesso tempo, intelligenza artificiale, data science, digital twin e tecnologie di rilevamento, monitoraggio e visione si confermano sempre più come elementi essenziali per lo sviluppo di soluzioni di controllo e automazione in grado di aiutare il comparto manifatturiero ad affrontare questa nuova realtà. In particolare, secondo OMRON, saranno sei le principali tendenze che influenzeranno e plasmeranno l'automazione industriale nel 2024 e oltre.
LEGGI LA NOTIZIA
Industry 4.0
emobility b bboard misc

Il passaggio ai veicoli elettrici si fa semplice: le tre sfide principali da superare nell'industria automotive

23 Novembre 2023 Il passaggio ai veicoli elettrici rappresenta un percorso impegnativo per i produttori automobilistici. Aziende consolidate che da sempre producono veicoli con motori a combustione si stanno avventurando in un mondo completamente nuovo di piattaforme per veicoli. Esaminiamo le principali sfide che il settore della produzione di veicoli elettrici deve affrontare ed esploriamo le più recenti soluzioni innovative che si prospettano.
LEGGI LA NOTIZIA
Operational Excellence
automotive-line-robot-simulation-side bboard sol

Incontro di due mondi: convergenza fra IT e OT nell'automazione industriale

22 Settembre 2023 Un divario che deve essere colmato se si vuole trasformare la visione di oggi per le fabbriche del futuro nella realtà del domani. I produttori all'avanguardia stanno esplorando attentamente le opportunità offerte dalla trasformazione digitale per avvicinarsi ai propri ideali di produzione flessibile, efficiente e sostenibile. Tuttavia, a mano a mano che l'interesse per la digitalizzazione aumenta, diventa evidente che esista un enorme divario tra il mondo OT (Operational Technology) e quello IT (Information Technology). Un divario che deve essere colmato se si vuole trasformare la visione attuale delle fabbriche del futuro nella realtà di domani. Prima di esaminare il motivo per cui è necessaria una convergenza fra IT e OT, e capire come possiamo ottenerla, occorre tornare alle nozioni di base e chiarire alcuni malintesi a livello di terminologia.
LEGGI LA NOTIZIA
AI
i-bots teamkids bboard event

Potenziare la forza lavoro: l'approccio di OMRON allo sviluppo delle competenze nel settore manifatturiero europeo

06 Settembre 2023 Alla scoperta dell'impegno costante di OMRON nel coltivare le competenze che valorizzeranno la prossima generazione, mentre l'industria intraprende un viaggio di trasformazione per sbloccare il pieno potenziale della Quarta Rivoluzione Industriale (4IR) e che, allo stesso tempo, si muove con coraggio verso la Quinta Rivoluzione Industriale (5IR).Nelle aule del mondo accademico, nei consigli di amministrazione dei leader d'impresa più orientati al futuro e tra i politici più lungimiranti è in corso un fervente dibattito. Il tema è quello del passaggio dalla Quarta Rivoluzione Industriale, 4IR, o Industria 4.0, come viene chiamata, all'Industria 5.0, che cambierà il mondo in cui viviamo.Storicamente la rivoluzione industriale corrisponde alla prima era delle macchine, la seconda si caratterizza per l'introduzione dell'elettricità, la terza vede la diffusione dell'elettronica e la quarta si associa a Internet, come piattaforma. Ora stiamo entrando nella quinta era delle macchine, che mette in evidenza la collaborazione armoniosa uomo-macchina e il contributo dell'industria alla società. È questo il momento non solo di adattarsi, ma di guidare, di essere pionieri e di creare un futuro in cui l'innovazione non conosce limiti. Klaus Schwab, fondatore e presidente esecutivo del World Economic Forum, ha osservato che siamo sull'orlo di una rivoluzione tecnologica che cambierà radicalmente il nostro modo di vivere, lavorare e relazionarci. Nella sua scala, portata e complessità, la trasformazione sarà diversa da tutto quello che l'umanità abbia mai sperimentato prima. Il nostro mondo sta subendo una trasformazione. La produzione globale si sta evolvendo, guidata dall'automazione delle procedure industriali tradizionali attraverso la tecnologia intelligente, la comunicazione M2M e l'integrazione IoT. Questa sinergia alimenta un'automazione potenziata, una comunicazione perfetta e macchine intelligenti che analizzano e diagnosticano autonomamente le sfide.L'ascesa dell'intelligenza artificiale scatena dibattiti, alludendo a trasformazioni più profonde all'interno del nostro sistema sociale. Mentre attraversiamo questo scenario dinamico, ci prepariamo ad abbracciare l'innovazione e a rimodellare il nostro futuro. 
LEGGI LA NOTIZIA
AI
omron-founders-day-france-2023 b bboard event

Dai raggi X ai robot: OMRON festeggia 90 anni di innovazione

06 Giugno 2023 In occasione della Giornata del Fondatore, OMRON ha tracciato il ricordo dei suoi 90 anni di storia: in questi decenni, l'azienda si è spinta oltre i confini tecnologici e oggi confida in un futuro di innovazione dell'automazione basato su sostenibilità, digitalizzazione e collaborazione uomo-macchina.10 maggio: una data storica Il 10 maggio è probabilmente il giorno più importante del calendario OMRON. Ogni anno, in questo giorno, 30.000 dipendenti OMRON di tutto il mondo celebrano la vita e l'eredità del fondatore dell'azienda, Kazuma Tateishi. E lo fanno rinnovando il loro impegno verso la visione di Tateishi a favore dell'impiego della tecnologia per creare un mondo migliore, contribuendo al bene comune, spesso tramite la partecipazione a progetti di volontariato e beneficenza nelle proprie comunità. Traguardi nell'innovazione Il percorso di innovazione di OMRON è iniziato nel 1933 con lo sviluppo di un timer ad alta precisione per la fotografia a raggi X. Ciò ha segnato il primo contributo dell'azienda in risposta alle esigenze sociali. Nel 1960, OMRON ha presentato il primo interruttore di prossimità senza contatto al mondo, rivoluzionando le funzionalità avanzate di produzione di massa. Da allora, OMRON ha continuato a introdurre tecnologie all'avanguardia, tra cui il primo semaforo automatico, il sistema di stazioni ferroviarie senza equipaggio, il misuratore della pressione sanguigna indossabile, il controllore in logica fuzzy ultraveloce e le apparecchiature diagnostiche automatiche per cellule tumorali.
LEGGI LA NOTIZIA
Operational Excellence
robot whispering secret bboard comp

Intelligenza artificiale: macchine sempre più smart

08 Febbraio 2023 Dieci anni fa ero molto orgoglioso di quanto fossero smart le macchine della nostra azienda. Ora, a fronte della definizione odierna di "smart", mi rendo conto che in realtà erano piuttosto stupide.Perché? Perché anche se stavano svolgendo la funzione per cui erano state progettate, nel momento in cui incontravano un imprevisto o un evento fuori dall'ordinario si paralizzavano. Ed erano costrette a chiedere all'operatore "qual è il mio problema?".La risoluzione dei problemi e il ripristino del funzionamento delle macchine richiedeva l'intervento di persone intelligenti. Operatori altamente qualificati. Ingegneri software e hardware esperti. Il problema è che negli ultimi dieci anni questi professionisti sono diventati sempre più introvabili. Il numero di nuovi talenti in entrata nel settore non è sufficiente a compensare il numero di lavoratori in età pensionabile. Quando lasciano l'azienda, i pensionati portano con sé la propria conoscenza duramente maturata sul campo, risultato di anni di esperienza. Per ogni lavoratore in uscita, le aziende devono fare i conti con la prospettiva di una forza lavoro meno produttiva e meno qualificata. 
LEGGI LA NOTIZIA
Sustainable Manufacturing
circular economy concept b bboard sol

La strada verso emissioni nette zero: strategie e tattiche

01 Febbraio 2023 La chiave per delineare un futuro a emissioni nette zero nella produzione sta trasformando la catena del valore - e passa attraverso l'automazione.Nel giugno 2022, New Scientist ha rilevato che un terzo delle principali aziende del mondo aveva obiettivi di emissioni nette zero, un aumento notevole rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.Sebbene questa tendenza sia senz'altro positiva, l'articolo riporta però che le modalità con cui le aziende pianificano di raggiungere le emissioni nette zero restano ancora lacunose.Il che non è esattamente una sorpresa. La creazione e l'implementazione di una strategia di emissioni nette zero è un'impresa titanica per qualsiasi azienda, in particolare con l'80% delle emissioni di gas serra appartenenti all'ambito 3, ossia le emissioni che si verificano a monte o a valle della catena del valore. Si tratta di una sfida particolare per le aziende FMCG, le cui catene di fornitura e la progressiva logistica sono lunghe e complesse.La maggior parte di queste aziende sa cosa occorre fare: decarbonizzare e promuovere la circolarità della catena del valore. Inoltre, tali aziende hanno una strategia per farlo, che in genere include: utilizzo ottimizzato di risorse ed energia, sostituzione di prodotti e processi a elevate emissioni ed eliminazione degli sprechi.Ma tradurre l'intenzione in azione è la sfida principale, ed è qui che l'automazione svolge un ruolo fondamentale.La raccolta e l'analisi dei dati sono essenziali per la transizione alle emissioni nette zero: altrimenti, in quale altro modo le aziende potrebbero sapere qual è il punto di partenza, dove devono migliorare, se sono effettivamente migliorate e di quanto? Dati affidabili sono la base per trasformare un impegno in un reale cambiamento e per comunicare in modo convincente e sicuro con gli stakeholder, rispettando gli obiettivi legati al clima.
LEGGI LA NOTIZIA
AI
factory mobile robot delivery bboard sol

Superare la crisi dell'energia e del carburante con l'automazione

07 Dicembre 2022 Per contrastare l'aumento dei prezzi e raggiungere gli obiettivi ambientali, le imprese industriali dovrebbero valutare come le tecnologie di automazione provenienti da un unico fornitore possano contribuire alla loro strategia di sostenibilità.I prezzi elevati di energia e carburante stanno mettendo a dura prova sia le famiglie, sia l'industria. Non solo la situazione influisce negativamente sui piani finanziari e sui portafogli, ma i prezzi eccessivi costringono alcune aziende a cessare la produzione. Secondo Make UK, il 42% dei produttori intervistati ha dichiarato che le bollette dell'elettricità sono aumentate del 100% negli ultimi 12 mesi e il 32% ha dichiarato che i prezzi del gas sono aumentati di oltre il 100% nell’ultimo anno. Un preoccupante 12% dei produttori ha già tagliato i posti di lavoro come conseguenza diretta dell'aumento delle bollette energetiche.La guerra in Ucraina, la pandemia di Covid-19 e i prezzi del gas sono solo alcune delle cause della crisi, che colpisce tutti i settori e ha un impatto su tutto, dai prezzi dell'energia alle catene di fornitura. Cosa dovrebbero prendere in considerazione ora le aziende manifatturiere? Strategie di automazione complete sono essenziali per una maggiore flessibilità ed efficienza energetica, come ad esempio robotica innovativa abbinata a sensori e tecnologie di visione, nonché all'intelligenza artificiale (Edge AI). Inoltre, i dati in tempo reale provenienti dagli impianti di produzione possono aiutare a rilevare le anomalie e a migliorare l'efficienza totale di un impianto (OEE, Overall Equipment Effectiveness).
LEGGI LA NOTIZIA
Industry 4.0
iab prioduct portfolio bboard sol

Riders of the storm: affrontare l'incertezza economica trasformando le sfide sociali in opportunità tecnologiche

06 Dicembre 2022 Una delle domande che mi vengono spesso poste è quale sia la nostra strategia, in qualità di azienda di automazione industriale, per mantenere una crescita stabile in un'economia globale volatile e sempre più imprevedibile. La mia risposta, come potete immaginare, non si riduce a una frase, sebbene sia radicata in un unico concetto: SINIC. SINIC è l'acronimo di "Seed-Innovation to Need-Impetus Cyclic Evolution" ed è una teoria sviluppata dal fondatore di OMRON, il Dott. Kazuma Tateisi, nel 1970. Secondo questa filosofia, la scienza, la tecnologia e la società condividono un rapporto ciclico, e si influenzano reciprocamente. Le scoperte scientifiche aiutano la società a progredire e le esigenze sociali stimolano lo sviluppo tecnologico. OMRON Europe ha sempre seguito questa filosofia e nel corso dell'ultimo decennio ha gettato le basi per la creazione di soluzioni a valore aggiunto per le sfide sociali ed economiche attuali.
LEGGI LA NOTIZIA
AI
automotive bboard sol

Che direzione prenderà il futuro, l'intralogistica? Consigli per una maggiore efficienza

15 Novembre 2022 A volte ci concentriamo così tanto sul quadro generale che dimentichiamo aspetti meno vistosi eppure molto importanti che caratterizzano la produzione intelligente. Un esempio è l'intralogistica, ossia i flussi di materiali e merci che si svolgono presso le sedi di un'azienda o in un locale di produzione. Secondo quanto emerge da un recente studio , oltre l'80% delle aziende intervistate ritiene che un maggiore utilizzo dell'intelligenza artificiale e dell'automazione nell'intralogistica sia necessario per affrontare sfide come la carenza di lavoratori qualificati o i piani di crescita.Le aziende del settore automotive che desiderano soddisfare i requisiti del mercato e dei clienti, aumentare l'efficienza e diventare più sostenibili devono sviluppare nuove idee, e i costi energetici, la crisi del gas e l'aumento dell'inflazione rendono l'impresa ancora più ardua. I concetti di Smart Factory che combinano automazione innovativa, digitalizzazione e approcci intelligenti all'intralogistica possono fornire un prezioso supporto. In questo contesto, alcuni parlano di "Industry 4.0", altri di "fabbrica del futuro", altri ancora di Industrial Internet of Things (IIoT). Tuttavia, indipendentemente dal termine utilizzato, la cosa più importante è darsi subito da fare e cercare partner affidabili. L'intralogistica è un buon punto di partenza per dare avvio al cambiamento in poco tempo. Tale urgenza è legata al fatto che numerose aziende sono al momento fortemente limitate a causa della carenza di lavoratori qualificati. Le tecnologie moderne, come i robot mobili, offrono una valida soluzione.
LEGGI LA NOTIZIA
Sustainable Manufacturing
dassault vaf fuel cell stacking c bboard en sol

Digitalizzazione nel settore automotive: sette suggerimenti per una produzione intelligente

02 Novembre 2022 Per aumentare la produttività e gestire al meglio le crisi, occorre essere smart dal punto di vista digitale, e questo vale anche per l'importante settore automotive. Non esiste altro modo se non quello di utilizzare gli strumenti digitali per soddisfare le esigenze dei clienti o gli obiettivi di produttività. L'intelligenza artificiale (IA) e la sostenibilità sono fattori e tematiche chiave, come dimostrato da uno studio condotto da Capgemini. Gli esperti di Gartner sottolineano l'importanza degli approcci di collaborazione open-source, degli ecosistemi olistici e delle partnership tecnologiche. Ma cosa dovremmo cercare nella digitalizzazione e nell'intralogistica nella produzione del futuro? Vogliamo suddividere la risposta a questa domanda in due parti, partendo da alcuni suggerimenti sulla digitalizzazione nella fabbrica intelligente. In qualità di esperto di automazione, OMRON supporta da molti anni i produttori e i fornitori per una digitalizzazione più sofisticata.
LEGGI LA NOTIZIA
AI
ai article bboard sol

Intelligenza artificiale: speranza, hype e FOMO

22 Settembre 2022 Dieci anni fa, quando ricevevamo richieste di informazioni su progetti basati sull'intelligenza artificiale, erano principalmente spinte dall'hype o dal FOMO. Quando chiedevo perché fossero interessati all'intelligenza artificiale, la risposta spesso era "perché il mio capo me l'ha chiesto", "perché possediamo molti dati" o "perché sembra un argomento interessante". Nessuno di questi era un motivo particolarmente valido e certamente non giustificava il forte investimento che le applicazioni AI avrebbero richiesto in quel momento.La situazione sta cambiando e, anziché l'hype o il "FOMO", è la speranza il fattore trainante. I clienti non chiedono più se possiamo aiutarli con l'intelligenza artificiale. Bensì se possiamo aiutarli con la manutenzione predittiva, il controllo della qualità o l'ottimizzazione dei processi. Si presentano con un problema che sperano possiamo risolvere. L'adozione dell'intelligenza artificiale non è più un obiettivo in sé. Al contrario, l'intelligenza artificiale è diventata un "fattore abilitante".Indipendentemente dal settore, che sia alimentare, farmaceutico, elettronico o automotive, l'obiettivo finale è lo stesso: produrre prodotti di alta qualità, privi di difetti a un costo inferiore, utilizzando meno energia e meno manodopera. L'intelligenza artificiale può essere una di una serie di soluzioni per raggiungere tali obiettivi.
LEGGI LA NOTIZIA
Sustainable Manufacturing
electric vehicle inspection bboard en sol

Perché i sistemi di ispezione automatizzati sono fondamentali per la produzione di veicoli elettrici

23 Marzo 2023 La preoccupazione per la sicurezza prevale di gran lunga su tutte le altre motivazioni di apprensione nel settore automobilistico e la produzione di veicoli elettrici non fa eccezione. Tuttavia, la sicurezza può anche implicare complessità che nei veicoli moderni, in particolare elettrici, è tale da spingere i produttori a non affidarsi più ai tradizionali metodi di ispezione basati su campioni o verifiche.
LEGGI LA NOTIZIA
Brand Protection
vadain machine-vision-fabric-inspection bboard misc

Vadain automatizza l'ispezione dei tessuti per tende con la visione artificiale

08 Aprile 2022 Vadain, leader nel mercato delle tende personalizzate nei Paesi Bassi, aveva bisogno di una soluzione in grado di rilevare gli errori nei tempi più brevi possibile in chilometri di tessuti per tende. Insieme agli sviluppatori di software di Sycade, alla tecnologia di visione artificiale OMRON e al costruttore di macchine Eisenkolb, hanno sviluppato una soluzione automatizzata capace di rilevare e analizzare gli errori nei tessuti per tende, lasciandosi alle spalle il processo di ispezione manuale, molto dispendioso in termini di tempo.
LEGGI LA NOTIZIA
Operational Excellence
robot hand apple bboard misc

Automazione industriale: quattro suggerimenti per il futuro della produzione F&B

16 Luglio 2020 La pandemia di coronavirus ha posto grandi sfide alle organizzazioni di tutti i tipi e dimensioni. Nell'industria alimentare e dei beni di consumo, le aziende si sono trovate ad affrontare una significativa riduzione dei consumi e interruzioni delle catene di fornitura e, mentre il consumo casalingo ha registrato un aumento, il consumo esterno all'ambito domestico ha praticamente subito una battuta d'arresto. Ma in che modo i produttori possono adattare le proprie strategie aziendali e i processi di produzione in base alle esigenze odierne e sul lungo termine? La pandemia offre l'opportunità di rivedere processi e procedure obsoleti e di potenziarli con concetti quali robotica innovativa, tecnologia di rilevamento e strategie di automazione olistiche.
LEGGI LA NOTIZIA
Brand Protection
automotive industry bboard sol

Legacy of machine vision

16 Ottobre 2019 Did you know that for more than 40 years, Omron has developed vision sensing technologies for factory automation, surveillance and transport systems, and more recently for facial recognition and image processing for mobile phones, and even driver monitoring for autonomous driving?
LEGGI LA NOTIZIA
Brand Protection
brand protection misc

Late-stage customization in pharmaceutical manufacturing

16 Ottobre 2019 As a result of serialization legislation, pharmaceutical manufacturers must now ensure that labels printed at a late stage contain all of the data required for compliance. This includes customizing product labels for certain markets, customers or products by adding variable data to labels or packaging. This avoids the need to stock individual packaging materials for each variant.
LEGGI LA NOTIZIA
Brand Protection
robots food beverage bboard sol

Barcodes: keeping track of product quality

02 Ottobre 2019 For many years, barcode technology has proved to be an economical and flexible identification technology. It has continued to develop and as a result, 1D and 2D codes (such as Datamatrix) are now used almost universally. Their versatility have made them a popular choice for streamlining many key supply chain processes, including production, logistics and item traceability.
LEGGI LA NOTIZIA
Brand Protection
microhawk mv-40 inspection newssinglemob sol

Is your production line ready for inspection?

12 Settembre 2019 Quality inspections are a critical requirement for all manufacturing and packaging lines. Being able to identify defective products before they are shipped to customers can bring significant savings in both time and money. It prevents costly product recalls, wasted production and potentially expensive legal costs.For perishable products – from food to pharmaceuticals – quality inspection of the packaging is also vital. An unreadable barcode or a wrong expiry date could lead to perfectly good products being discarded. And increasingly strict legislation is making clear marking a top priority for all types of products.
LEGGI LA NOTIZIA
Operational Excellence
fernando colas trends 2024 image bboard en peop

L’automazione nel 2024: OMRON condivide 6 previsioni per il nuovo anno

13 Dicembre 2023 Gli sconvolgimenti degli ultimi anni ci hanno portati in una nuova era caratterizzata da forti rischi di natura geopolitica ed economica. Ciò ha spinto le aziende produttrici a ripensare i propri modelli di business in un’ottica di resilienza e flessibilità, oltre che a rivedere le proprie supply chain e relazioni globali. Parallelamente, la pressione per integrare i principi ESG nei processi decisionali sta aumentando rapidamente. Allo stesso tempo, intelligenza artificiale, data science, digital twin e tecnologie di rilevamento, monitoraggio e visione si confermano sempre più come elementi essenziali per lo sviluppo di soluzioni di controllo e automazione in grado di aiutare il comparto manifatturiero ad affrontare questa nuova realtà. In particolare, secondo OMRON, saranno sei le principali tendenze che influenzeranno e plasmeranno l'automazione industriale nel 2024 e oltre.
LEGGI LA NOTIZIA
Operational Excellence
automotive-line-robot-simulation-side bboard sol

Incontro di due mondi: convergenza fra IT e OT nell'automazione industriale

22 Settembre 2023 Un divario che deve essere colmato se si vuole trasformare la visione di oggi per le fabbriche del futuro nella realtà del domani. I produttori all'avanguardia stanno esplorando attentamente le opportunità offerte dalla trasformazione digitale per avvicinarsi ai propri ideali di produzione flessibile, efficiente e sostenibile. Tuttavia, a mano a mano che l'interesse per la digitalizzazione aumenta, diventa evidente che esista un enorme divario tra il mondo OT (Operational Technology) e quello IT (Information Technology). Un divario che deve essere colmato se si vuole trasformare la visione attuale delle fabbriche del futuro nella realtà di domani. Prima di esaminare il motivo per cui è necessaria una convergenza fra IT e OT, e capire come possiamo ottenerla, occorre tornare alle nozioni di base e chiarire alcuni malintesi a livello di terminologia.
LEGGI LA NOTIZIA
AI
i-bots teamkids bboard event

Potenziare la forza lavoro: l'approccio di OMRON allo sviluppo delle competenze nel settore manifatturiero europeo

06 Settembre 2023 Alla scoperta dell'impegno costante di OMRON nel coltivare le competenze che valorizzeranno la prossima generazione, mentre l'industria intraprende un viaggio di trasformazione per sbloccare il pieno potenziale della Quarta Rivoluzione Industriale (4IR) e che, allo stesso tempo, si muove con coraggio verso la Quinta Rivoluzione Industriale (5IR).Nelle aule del mondo accademico, nei consigli di amministrazione dei leader d'impresa più orientati al futuro e tra i politici più lungimiranti è in corso un fervente dibattito. Il tema è quello del passaggio dalla Quarta Rivoluzione Industriale, 4IR, o Industria 4.0, come viene chiamata, all'Industria 5.0, che cambierà il mondo in cui viviamo.Storicamente la rivoluzione industriale corrisponde alla prima era delle macchine, la seconda si caratterizza per l'introduzione dell'elettricità, la terza vede la diffusione dell'elettronica e la quarta si associa a Internet, come piattaforma. Ora stiamo entrando nella quinta era delle macchine, che mette in evidenza la collaborazione armoniosa uomo-macchina e il contributo dell'industria alla società. È questo il momento non solo di adattarsi, ma di guidare, di essere pionieri e di creare un futuro in cui l'innovazione non conosce limiti. Klaus Schwab, fondatore e presidente esecutivo del World Economic Forum, ha osservato che siamo sull'orlo di una rivoluzione tecnologica che cambierà radicalmente il nostro modo di vivere, lavorare e relazionarci. Nella sua scala, portata e complessità, la trasformazione sarà diversa da tutto quello che l'umanità abbia mai sperimentato prima. Il nostro mondo sta subendo una trasformazione. La produzione globale si sta evolvendo, guidata dall'automazione delle procedure industriali tradizionali attraverso la tecnologia intelligente, la comunicazione M2M e l'integrazione IoT. Questa sinergia alimenta un'automazione potenziata, una comunicazione perfetta e macchine intelligenti che analizzano e diagnosticano autonomamente le sfide.L'ascesa dell'intelligenza artificiale scatena dibattiti, alludendo a trasformazioni più profonde all'interno del nostro sistema sociale. Mentre attraversiamo questo scenario dinamico, ci prepariamo ad abbracciare l'innovazione e a rimodellare il nostro futuro. 
LEGGI LA NOTIZIA
AI
omron-founders-day-france-2023 b bboard event

Dai raggi X ai robot: OMRON festeggia 90 anni di innovazione

06 Giugno 2023 In occasione della Giornata del Fondatore, OMRON ha tracciato il ricordo dei suoi 90 anni di storia: in questi decenni, l'azienda si è spinta oltre i confini tecnologici e oggi confida in un futuro di innovazione dell'automazione basato su sostenibilità, digitalizzazione e collaborazione uomo-macchina.10 maggio: una data storica Il 10 maggio è probabilmente il giorno più importante del calendario OMRON. Ogni anno, in questo giorno, 30.000 dipendenti OMRON di tutto il mondo celebrano la vita e l'eredità del fondatore dell'azienda, Kazuma Tateishi. E lo fanno rinnovando il loro impegno verso la visione di Tateishi a favore dell'impiego della tecnologia per creare un mondo migliore, contribuendo al bene comune, spesso tramite la partecipazione a progetti di volontariato e beneficenza nelle proprie comunità. Traguardi nell'innovazione Il percorso di innovazione di OMRON è iniziato nel 1933 con lo sviluppo di un timer ad alta precisione per la fotografia a raggi X. Ciò ha segnato il primo contributo dell'azienda in risposta alle esigenze sociali. Nel 1960, OMRON ha presentato il primo interruttore di prossimità senza contatto al mondo, rivoluzionando le funzionalità avanzate di produzione di massa. Da allora, OMRON ha continuato a introdurre tecnologie all'avanguardia, tra cui il primo semaforo automatico, il sistema di stazioni ferroviarie senza equipaggio, il misuratore della pressione sanguigna indossabile, il controllore in logica fuzzy ultraveloce e le apparecchiature diagnostiche automatiche per cellule tumorali.
LEGGI LA NOTIZIA
Operational Excellence
buying leasing bboard comp

Acquisto o leasing? Come finanziare il tuo nuovo cobot

26 Aprile 2023 Uno spunto di riflessione per le PMI che devono finanziare progetti di automazioneLa carenza di competenze, la digitalizzazione, la sostenibilità e i piani di risparmio energetico stanno accelerando i progetti di automazione in molte aziende. In questi iter, una volta identificati i processi manuali che si prestano all'automazione, solitamente la domanda successiva riguarda il costo.In quest'ottica può avere senso considerare opzioni quali il leasing o il robot-as-a-service. Un esempio di strumenti che offrono alle piccole e medie imprese (PMI) una panoramica migliore degli aspetti finanziari dell'automazione è il calcolatore del ROI di OMRON. Chiunque stia prendendo in considerazione l'acquisto di un cobot o AMR può utilizzare questo strumento per scoprire il ritorno sull'investimento.
LEGGI LA NOTIZIA
Operational Excellence
robot whispering secret bboard comp

Intelligenza artificiale: macchine sempre più smart

08 Febbraio 2023 Dieci anni fa ero molto orgoglioso di quanto fossero smart le macchine della nostra azienda. Ora, a fronte della definizione odierna di "smart", mi rendo conto che in realtà erano piuttosto stupide.Perché? Perché anche se stavano svolgendo la funzione per cui erano state progettate, nel momento in cui incontravano un imprevisto o un evento fuori dall'ordinario si paralizzavano. Ed erano costrette a chiedere all'operatore "qual è il mio problema?".La risoluzione dei problemi e il ripristino del funzionamento delle macchine richiedeva l'intervento di persone intelligenti. Operatori altamente qualificati. Ingegneri software e hardware esperti. Il problema è che negli ultimi dieci anni questi professionisti sono diventati sempre più introvabili. Il numero di nuovi talenti in entrata nel settore non è sufficiente a compensare il numero di lavoratori in età pensionabile. Quando lasciano l'azienda, i pensionati portano con sé la propria conoscenza duramente maturata sul campo, risultato di anni di esperienza. Per ogni lavoratore in uscita, le aziende devono fare i conti con la prospettiva di una forza lavoro meno produttiva e meno qualificata. 
LEGGI LA NOTIZIA
Operational Excellence
tm cobot human machine 1 bboard prod

Come accelerare l'integrazione dei cobot

08 Febbraio 2023 Una buona pianificazione e solide partnership aiutano le PMI a superare gli ostacoli nell'automazione.I robot collaborativi, noti anche come cobot, godono di grande popolarità perché consentono di automatizzare attività che normalmente richiederebbero molto tempo e risorse. Attualmente si stima che il mercato globale dei robot collaborativi ammonti a circa 1,2 miliardi di dollari, con un volume di vendite che nel 2021 ha raggiunto un totale di 32.300 unità. Soprattutto ora che le aziende faticano sempre di più a trovare e mantenere dipendenti idonei, tali tecnologie sono diventate estremamente preziose in molti contesti, portando alcuni a chiedersi se i cobot siano effettivamente così costosi e in quanto tempo si possa ripagare un investimento di questo tipo.OMRON, leader dell'automazione, desidera mitigare tali preoccupazioni, in particolare per le piccole e medie imprese: soluzioni robotiche intelligenti e integrate, nonché cobot e robot mobili sono fattibili e convenienti. Per coloro che desiderano stimare il ritorno sugli investimenti, il calcolatore del ROI di OMRON offre una panoramica rapida e semplice.I cobot e i robot mobili autonomi (AMR) sono adatti sia per le PMI che per le aziende su larga scala. Eseguono attività quali trasporto, pallettizzazione, carico e scarico di macchine, assemblaggio, verniciatura o saldatura. Possono essere riattrezzati in modo rapido e flessibile e programmati anche da utenti non esperti. Il rifornimento di materiale può essere semplificato con gli AMR, mentre i cobot possono essere dedicati al carico di macchine e di processi. Tuttavia, per eseguire con successo questi progetti e accelerare l'integrazione dei robot, sono necessari know-how e partner che abbiano familiarità in questo campo. E soprattutto, i dipendenti devono essere informati e coinvolti fin dall'inizio del progetto, affinché possano prendere parte al cambiamento.Ecco alcuni suggerimenti da tenere a mente durante l'integrazione dei cobot:
LEGGI LA NOTIZIA
AI
automotive bboard sol

Che direzione prenderà il futuro, l'intralogistica? Consigli per una maggiore efficienza

15 Novembre 2022 A volte ci concentriamo così tanto sul quadro generale che dimentichiamo aspetti meno vistosi eppure molto importanti che caratterizzano la produzione intelligente. Un esempio è l'intralogistica, ossia i flussi di materiali e merci che si svolgono presso le sedi di un'azienda o in un locale di produzione. Secondo quanto emerge da un recente studio , oltre l'80% delle aziende intervistate ritiene che un maggiore utilizzo dell'intelligenza artificiale e dell'automazione nell'intralogistica sia necessario per affrontare sfide come la carenza di lavoratori qualificati o i piani di crescita.Le aziende del settore automotive che desiderano soddisfare i requisiti del mercato e dei clienti, aumentare l'efficienza e diventare più sostenibili devono sviluppare nuove idee, e i costi energetici, la crisi del gas e l'aumento dell'inflazione rendono l'impresa ancora più ardua. I concetti di Smart Factory che combinano automazione innovativa, digitalizzazione e approcci intelligenti all'intralogistica possono fornire un prezioso supporto. In questo contesto, alcuni parlano di "Industry 4.0", altri di "fabbrica del futuro", altri ancora di Industrial Internet of Things (IIoT). Tuttavia, indipendentemente dal termine utilizzato, la cosa più importante è darsi subito da fare e cercare partner affidabili. L'intralogistica è un buon punto di partenza per dare avvio al cambiamento in poco tempo. Tale urgenza è legata al fatto che numerose aziende sono al momento fortemente limitate a causa della carenza di lavoratori qualificati. Le tecnologie moderne, come i robot mobili, offrono una valida soluzione.
LEGGI LA NOTIZIA
AI
ai article bboard sol

Intelligenza artificiale: speranza, hype e FOMO

22 Settembre 2022 Dieci anni fa, quando ricevevamo richieste di informazioni su progetti basati sull'intelligenza artificiale, erano principalmente spinte dall'hype o dal FOMO. Quando chiedevo perché fossero interessati all'intelligenza artificiale, la risposta spesso era "perché il mio capo me l'ha chiesto", "perché possediamo molti dati" o "perché sembra un argomento interessante". Nessuno di questi era un motivo particolarmente valido e certamente non giustificava il forte investimento che le applicazioni AI avrebbero richiesto in quel momento.La situazione sta cambiando e, anziché l'hype o il "FOMO", è la speranza il fattore trainante. I clienti non chiedono più se possiamo aiutarli con l'intelligenza artificiale. Bensì se possiamo aiutarli con la manutenzione predittiva, il controllo della qualità o l'ottimizzazione dei processi. Si presentano con un problema che sperano possiamo risolvere. L'adozione dell'intelligenza artificiale non è più un obiettivo in sé. Al contrario, l'intelligenza artificiale è diventata un "fattore abilitante".Indipendentemente dal settore, che sia alimentare, farmaceutico, elettronico o automotive, l'obiettivo finale è lo stesso: produrre prodotti di alta qualità, privi di difetti a un costo inferiore, utilizzando meno energia e meno manodopera. L'intelligenza artificiale può essere una di una serie di soluzioni per raggiungere tali obiettivi.
LEGGI LA NOTIZIA
Flexible Manufacturing
realistic pick and place bboard sol

Cinque sfide nei processi di imballaggio e pallettizzazione nella produzione con volumi ridotti e altamente diversificati (HMLV, High-Mix, Low-Volume)

21 Dicembre 2021 Il nuovo prodotto è appena uscito dalla fabbrica, in un imballaggio pronto all'uso nella proporzione mista specificata per soddisfare le esigenze dei clienti. L'imballaggio è stato in realtà gestito da un'altra azienda: un co-packer. Il co-packing (imballaggio collaborativo) si trova in tutti i mercati dei prodotti di largo consumo (FMCG), ma soprattutto nei segmenti di prodotti più costosi, come quelli per la cura della persona o i dolciumi, per citare solo alcuni esempi. Si tratta di un'attività in rapida crescita che consente di soddisfare la domanda di maggiore varietà da parte dei consumatori.
LEGGI LA NOTIZIA
Industry 4.0
predictive maintenance images a en banner sol

Picchi di produttività: passare dalla manutenzione preventiva a quella predittiva

17 Dicembre 2021 La manutenzione è un fattore essenziale per un'attività in costante espansione, in particolare nella produzione in cui i tempi di attività delle apparecchiature degli impianti 24 ore su 24, 7 giorni su 7, sono spesso previsti come standard. Come tutte le aziende consolidate sanno, mantenere in funzione in modo ottimale linee di produzione e sistemi richiede molto di più di un team di manutenzione qualificato. Prevede infatti anche una pianificazione attenta e rigorosa, un costante controllo, la volontà di sostituire le parti non usurate e la disponibilità a rispondere a eventi non pianificati. Almeno così accadeva in passato.
LEGGI LA NOTIZIA
Sustainable Manufacturing
women-in-automation-factory bboard sol

Automazione industriale e robotica: un mondo ancora al maschile?

07 Febbraio 2024 Cosa significa essere una donna nell'automazione oggi? Tre donne di OMRON Europe parlano delle loro esperienze nel mondo dell'automazione industriale, delle sfide che affrontano, degli strumenti e del supporto che le hanno aiutate a crescere.Quando Wendy Tonks ha iniziato il suo cammino professionale come ingegnere nel Regno Unito poco più di 20 anni fa, uno dei primi punti fermi che ha dovuto stabilire è stato di non essere l'addetta al tè.
LEGGI LA NOTIZIA
Operational Excellence
fernando colas trends 2024 image bboard en peop

L’automazione nel 2024: OMRON condivide 6 previsioni per il nuovo anno

13 Dicembre 2023 Gli sconvolgimenti degli ultimi anni ci hanno portati in una nuova era caratterizzata da forti rischi di natura geopolitica ed economica. Ciò ha spinto le aziende produttrici a ripensare i propri modelli di business in un’ottica di resilienza e flessibilità, oltre che a rivedere le proprie supply chain e relazioni globali. Parallelamente, la pressione per integrare i principi ESG nei processi decisionali sta aumentando rapidamente. Allo stesso tempo, intelligenza artificiale, data science, digital twin e tecnologie di rilevamento, monitoraggio e visione si confermano sempre più come elementi essenziali per lo sviluppo di soluzioni di controllo e automazione in grado di aiutare il comparto manifatturiero ad affrontare questa nuova realtà. In particolare, secondo OMRON, saranno sei le principali tendenze che influenzeranno e plasmeranno l'automazione industriale nel 2024 e oltre.
LEGGI LA NOTIZIA
AI
i-bots teamkids bboard event

Potenziare la forza lavoro: l'approccio di OMRON allo sviluppo delle competenze nel settore manifatturiero europeo

06 Settembre 2023 Alla scoperta dell'impegno costante di OMRON nel coltivare le competenze che valorizzeranno la prossima generazione, mentre l'industria intraprende un viaggio di trasformazione per sbloccare il pieno potenziale della Quarta Rivoluzione Industriale (4IR) e che, allo stesso tempo, si muove con coraggio verso la Quinta Rivoluzione Industriale (5IR).Nelle aule del mondo accademico, nei consigli di amministrazione dei leader d'impresa più orientati al futuro e tra i politici più lungimiranti è in corso un fervente dibattito. Il tema è quello del passaggio dalla Quarta Rivoluzione Industriale, 4IR, o Industria 4.0, come viene chiamata, all'Industria 5.0, che cambierà il mondo in cui viviamo.Storicamente la rivoluzione industriale corrisponde alla prima era delle macchine, la seconda si caratterizza per l'introduzione dell'elettricità, la terza vede la diffusione dell'elettronica e la quarta si associa a Internet, come piattaforma. Ora stiamo entrando nella quinta era delle macchine, che mette in evidenza la collaborazione armoniosa uomo-macchina e il contributo dell'industria alla società. È questo il momento non solo di adattarsi, ma di guidare, di essere pionieri e di creare un futuro in cui l'innovazione non conosce limiti. Klaus Schwab, fondatore e presidente esecutivo del World Economic Forum, ha osservato che siamo sull'orlo di una rivoluzione tecnologica che cambierà radicalmente il nostro modo di vivere, lavorare e relazionarci. Nella sua scala, portata e complessità, la trasformazione sarà diversa da tutto quello che l'umanità abbia mai sperimentato prima. Il nostro mondo sta subendo una trasformazione. La produzione globale si sta evolvendo, guidata dall'automazione delle procedure industriali tradizionali attraverso la tecnologia intelligente, la comunicazione M2M e l'integrazione IoT. Questa sinergia alimenta un'automazione potenziata, una comunicazione perfetta e macchine intelligenti che analizzano e diagnosticano autonomamente le sfide.L'ascesa dell'intelligenza artificiale scatena dibattiti, alludendo a trasformazioni più profonde all'interno del nostro sistema sociale. Mentre attraversiamo questo scenario dinamico, ci prepariamo ad abbracciare l'innovazione e a rimodellare il nostro futuro. 
LEGGI LA NOTIZIA
AI
omron-founders-day-france-2023 b bboard event

Dai raggi X ai robot: OMRON festeggia 90 anni di innovazione

06 Giugno 2023 In occasione della Giornata del Fondatore, OMRON ha tracciato il ricordo dei suoi 90 anni di storia: in questi decenni, l'azienda si è spinta oltre i confini tecnologici e oggi confida in un futuro di innovazione dell'automazione basato su sostenibilità, digitalizzazione e collaborazione uomo-macchina.10 maggio: una data storica Il 10 maggio è probabilmente il giorno più importante del calendario OMRON. Ogni anno, in questo giorno, 30.000 dipendenti OMRON di tutto il mondo celebrano la vita e l'eredità del fondatore dell'azienda, Kazuma Tateishi. E lo fanno rinnovando il loro impegno verso la visione di Tateishi a favore dell'impiego della tecnologia per creare un mondo migliore, contribuendo al bene comune, spesso tramite la partecipazione a progetti di volontariato e beneficenza nelle proprie comunità. Traguardi nell'innovazione Il percorso di innovazione di OMRON è iniziato nel 1933 con lo sviluppo di un timer ad alta precisione per la fotografia a raggi X. Ciò ha segnato il primo contributo dell'azienda in risposta alle esigenze sociali. Nel 1960, OMRON ha presentato il primo interruttore di prossimità senza contatto al mondo, rivoluzionando le funzionalità avanzate di produzione di massa. Da allora, OMRON ha continuato a introdurre tecnologie all'avanguardia, tra cui il primo semaforo automatico, il sistema di stazioni ferroviarie senza equipaggio, il misuratore della pressione sanguigna indossabile, il controllore in logica fuzzy ultraveloce e le apparecchiature diagnostiche automatiche per cellule tumorali.
LEGGI LA NOTIZIA
Sustainable Manufacturing
electric vehicle inspection bboard en sol

Perché i sistemi di ispezione automatizzati sono fondamentali per la produzione di veicoli elettrici

23 Marzo 2023 La preoccupazione per la sicurezza prevale di gran lunga su tutte le altre motivazioni di apprensione nel settore automobilistico e la produzione di veicoli elettrici non fa eccezione. Tuttavia, la sicurezza può anche implicare complessità che nei veicoli moderni, in particolare elettrici, è tale da spingere i produttori a non affidarsi più ai tradizionali metodi di ispezione basati su campioni o verifiche.
LEGGI LA NOTIZIA
Flexible Manufacturing
vr data science & cell line control collaboration bboard new en sol

L'automazione nel 2023: le 5 previsioni principali di OMRON Europe

01 Febbraio 2023 Alle porte di un nuovo anno, con tutte le opportunità che ne deriveranno, desidero evidenziare alcune delle principali tendenze che influenzeranno l'automazione industriale nel 2023 e oltre. Le industrie manifatturiere continueranno ad affrontare molte sfide e superarle richiederà maggiori resilienza e flessibilità nei modelli di business. Allo stesso tempo, le aziende devono adottare le tecnologie emergenti (rilevamento, robotica, 5G e intelligenza artificiale) in grado di risolvere i problemi legati alle sfide sociali.
LEGGI LA NOTIZIA
Sustainable Manufacturing
circular economy concept b bboard sol

La strada verso emissioni nette zero: strategie e tattiche

01 Febbraio 2023 La chiave per delineare un futuro a emissioni nette zero nella produzione sta trasformando la catena del valore - e passa attraverso l'automazione.Nel giugno 2022, New Scientist ha rilevato che un terzo delle principali aziende del mondo aveva obiettivi di emissioni nette zero, un aumento notevole rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.Sebbene questa tendenza sia senz'altro positiva, l'articolo riporta però che le modalità con cui le aziende pianificano di raggiungere le emissioni nette zero restano ancora lacunose.Il che non è esattamente una sorpresa. La creazione e l'implementazione di una strategia di emissioni nette zero è un'impresa titanica per qualsiasi azienda, in particolare con l'80% delle emissioni di gas serra appartenenti all'ambito 3, ossia le emissioni che si verificano a monte o a valle della catena del valore. Si tratta di una sfida particolare per le aziende FMCG, le cui catene di fornitura e la progressiva logistica sono lunghe e complesse.La maggior parte di queste aziende sa cosa occorre fare: decarbonizzare e promuovere la circolarità della catena del valore. Inoltre, tali aziende hanno una strategia per farlo, che in genere include: utilizzo ottimizzato di risorse ed energia, sostituzione di prodotti e processi a elevate emissioni ed eliminazione degli sprechi.Ma tradurre l'intenzione in azione è la sfida principale, ed è qui che l'automazione svolge un ruolo fondamentale.La raccolta e l'analisi dei dati sono essenziali per la transizione alle emissioni nette zero: altrimenti, in quale altro modo le aziende potrebbero sapere qual è il punto di partenza, dove devono migliorare, se sono effettivamente migliorate e di quanto? Dati affidabili sono la base per trasformare un impegno in un reale cambiamento e per comunicare in modo convincente e sicuro con gli stakeholder, rispettando gli obiettivi legati al clima.
LEGGI LA NOTIZIA
Industry 4.0
iab prioduct portfolio bboard sol

Riders of the storm: affrontare l'incertezza economica trasformando le sfide sociali in opportunità tecnologiche

06 Dicembre 2022 Una delle domande che mi vengono spesso poste è quale sia la nostra strategia, in qualità di azienda di automazione industriale, per mantenere una crescita stabile in un'economia globale volatile e sempre più imprevedibile. La mia risposta, come potete immaginare, non si riduce a una frase, sebbene sia radicata in un unico concetto: SINIC. SINIC è l'acronimo di "Seed-Innovation to Need-Impetus Cyclic Evolution" ed è una teoria sviluppata dal fondatore di OMRON, il Dott. Kazuma Tateisi, nel 1970. Secondo questa filosofia, la scienza, la tecnologia e la società condividono un rapporto ciclico, e si influenzano reciprocamente. Le scoperte scientifiche aiutano la società a progredire e le esigenze sociali stimolano lo sviluppo tecnologico. OMRON Europe ha sempre seguito questa filosofia e nel corso dell'ultimo decennio ha gettato le basi per la creazione di soluzioni a valore aggiunto per le sfide sociali ed economiche attuali.
LEGGI LA NOTIZIA
Sustainable Manufacturing
dassault vaf fuel cell stacking c bboard en sol

Digitalizzazione nel settore automotive: sette suggerimenti per una produzione intelligente

02 Novembre 2022 Per aumentare la produttività e gestire al meglio le crisi, occorre essere smart dal punto di vista digitale, e questo vale anche per l'importante settore automotive. Non esiste altro modo se non quello di utilizzare gli strumenti digitali per soddisfare le esigenze dei clienti o gli obiettivi di produttività. L'intelligenza artificiale (IA) e la sostenibilità sono fattori e tematiche chiave, come dimostrato da uno studio condotto da Capgemini. Gli esperti di Gartner sottolineano l'importanza degli approcci di collaborazione open-source, degli ecosistemi olistici e delle partnership tecnologiche. Ma cosa dovremmo cercare nella digitalizzazione e nell'intralogistica nella produzione del futuro? Vogliamo suddividere la risposta a questa domanda in due parti, partendo da alcuni suggerimenti sulla digitalizzazione nella fabbrica intelligente. In qualità di esperto di automazione, OMRON supporta da molti anni i produttori e i fornitori per una digitalizzazione più sofisticata.
LEGGI LA NOTIZIA
Sustainable Manufacturing
batterieproduktion whitepaper banner b bboard misc

Alimentare il successo della produzione locale di batterie

20 Settembre 2021 Sia gli esperti che i produttori del settore automobilistico concordano sul fatto che l'e-mobility è il futuro. Le batterie e la produzione di batterie sono fondamentali per questo sviluppo. In questo contesto, si prevede che il mercato globale delle batterie agli ioni di litio crescerà da 44,2 miliardi di dollari USA (2020) a 94.4 miliardi di dollari USA (2025). La trasformazione dell'industria automobilistica dai motori a combustione interna alle celle a combustibile alimentate a batteria o a idrogeno sta mettendo le aziende di fronte a sfide immense.
LEGGI LA NOTIZIA