3 modi in cui il COVID-19 sta influenzando le attività logistiche nel Regno Unito (e cosa fare al riguardo) | OMRON, Svizzera

Login

Purtroppo abbiamo problemi tecnici. Il tuo modulo non è stato ricevuto correttamente. Ci scusiamo per l'inconveniete e ti chiediamo per favore di riprovare più tardi.

Download

Registrati

Purtroppo abbiamo problemi tecnici. Il tuo modulo non è stato ricevuto correttamente. Ci scusiamo per l'inconveniete e ti chiediamo per favore di riprovare più tardi.

Download

Grazie per aver effettuato la registrazione al sito Omron

Un messaggio e-mail per completare la creazione dell'account è stato inviato a

Torna al sito web

ottieni l'accesso diretto

Inserisci di seguito i tuoi dati e avrai accesso diretto ai contenuti di questa pagina

Text error notification

Text error notification

Checkbox error notification

Checkbox error notification

Purtroppo abbiamo problemi tecnici. Il tuo modulo non è stato ricevuto correttamente. Ci scusiamo per l'inconveniete e ti chiediamo per favore di riprovare più tardi.

Download

Grazie per aver mostrato interesse nei confronti della nostra azienda

Ora potrai accedere a 3 modi in cui il COVID-19 sta influenzando le attività logistiche nel Regno Unito (e cosa fare al riguardo)

Un messaggio e-mail di conferma è stato inviato a

Passa alla pagina

Effettua il oppure ottieni l'accesso diretto per scaricare questo documento

Collaborative Robotics

3 modi in cui il COVID-19 sta influenzando le attività logistiche nel Regno Unito (e cosa fare al riguardo)

Pubblicato il 2020-11-04 16:00:00 UTC a Collaborative Robotics

Di Stuart Coulton, Regional Manager, OMRON UK North
Nel recente scenario funesto legato alla pandemia di COVID-19, non tutti i segmenti industriali sono stati soggetti al caos e all'incertezza che hanno investito il settore alberghiero: alcuni settori stanno infatti prosperando.
Negli ultimi 6 mesi, il settore retail ha subito un cambiamento radicale: i consumatori sono stati costretti a scegliere l'e-commerce quale principale modalità di acquisto, il che significa che i fornitori di servizi logistici stanno registrando livelli di domanda senza precedenti. Detto ciò, periodi con tassi di crescita elevati comportano delle difficoltà e richiedono un approccio bilanciato. Infatti, sebbene la pandemia di COVID-19 sia la fonte di tale fermento nel campo della logistica, è anche la fonte principale delle sfide più complesse. Consideriamo gli aspetti seguenti:

1. Limiti di capacità dovuti al distanziamento sociale

Il distanziamento sociale è rapidamente diventato una spina nel fianco nella vita quotidiana di molti di noi, e sussiste una necessità totalmente giustificabile di adottare misure preventive. Tuttavia, l'implementazione continua di un comportamento che non ci appartiene per natura porta a prendere decisioni dettate dalla stanchezza. Di conseguenza, i fornitori di servizi logistici devono assicurarsi che i dipendenti seguano sempre le linee guida del distanziamento sociale, spesso con la riduzione del numero di operatori. In una situazione in cui la capacità richiesta è in aumento a causa dell'esplosione della domanda di e-commerce, ciò rappresenta un problema evidente per i fornitori di servizi logistici.

2. Maggiori aspettative dei consumatori in termini di consegne più rapide

Analogamente, la necessità di distanziamento sociale, che determina una forza lavoro ridotta, ha un impatto drastico sulla capacità di un fornitore di servizi logistici di soddisfare le aspettative dei consumatori, influenzando la reputazione del marchio del cliente e riducendo potenzialmente la loro posizione di mercato complessiva. Man mano che le aspettative dei consumatori aumentano con consegne in 24 ore gratuite all'ordine del giorno, questo problema si è trasformato in una delle più importanti priorità strategiche nell'intero mercato logistico. A questo si aggiunge la crescente richiesta di resi gratuiti da parte dei consumatori, che comporta un'operazione di logistica inversa, molto difficile da attuare quando lo spazio (e di conseguenza il personale) è limitato.

3. Affaticamento dei lavoratori

Infine, ci sono gli operatori che mantengono costante l'efficienza nei magazzini del Regno Unito sotto i vincoli attuali e rappresentano il vero motore della macchina dell'e-commerce, lavorando sodo per offrire il miglior servizio possibile a datori di lavoro e clienti, naturalmente con costi significativi. Con il sempre più frequente prolungamento dei turni di lavoro, gli operatori iniziano a stancarsi. La produttività si riduce e si verifica un ciclo autoperpetuante di calo della produttività e rimproveri da parte dei supervisori, il che comporta errori di picking in grado di esacerbare il problema, causando talvolta danni irreparabili al marchio del fornitore di servizi logistici (e al rivenditore).

Soluzione

Dopo aver parlato con un certo numero di stakeholder di alto livello tra i fornitori di servizi logistici, è emerso che il distanziamento sociale limita in maniera considerevole l'elasticità di un'operazione, ovvero l'abilità di rispondere alle fluttuazioni della domanda variando la capacità in base a un importante problema strategico. I giorni in cui avremmo potuto assumere degli operatori a contratto per il periodo natalizio sono ormai finiti: non c'è abbastanza spazio.

Quindi, che cosa possiamo fare?

Immagina una soluzione che consenta il movimento fluido di carichi di dimensioni di pallet fino a 1500 kg senza la necessità di operatori o carrelli elevatori.
Supponi di poter risparmiare agli operatori le attività più monotone e ripetitive, consentendo loro di affinare le competenze e concentrarsi su attività a valore aggiunto, aumentandone il coinvolgimento e riducendone l'affaticamento.
Prova a pensare a una flotta di lavoratori instancabili, personalizzabili e specifici per lo scopo, monitorati e controllati da un sistema di gestione centralizzato e facilmente riprogrammabili in base ai mutevoli requisiti delle attività.
I robot mobili autonomi sono il futuro! Come integrerai la tua flotta? Contattaci per ulteriori informazioni

Contatta gli specialisti Omron

Hai domande o desideri un consiglio personale? Non esitare a contattare uno dei nostri specialisti.
  • Omron Europe

    Omron Europe